Villa Cattolica

Per chi ama passeggiare a soli 15 minuti a piedi dal B&B Bagheria, ma ancora più facile da raggiungere in macchina, in quanto dista soli 4 minuti, troviamo Villa Cattolica, costruita per volere del principe di Cattolica Eraclea, intorno al 1736. La proprietà della villa passò poi, intorno al 1988 interamente alle mani del Comune.
Villa Cattolica presenta un edificio a pianta quadrangolare interamente circondato da alte mura, composto da due esedre parallele; in una delle quali è collocato un grande terrazzo, e nell’altra una scala di accesso.
All’interno della villa è possibile visionare non poche opere appartenenti a Renato Guttuso, che nel 1973 decise di donarle al Comune di Bagheria, ma anche diverse altre opere appartenenti ad altri importanti artisti, come Onofrio Tomaselli e Pina Calì.
Nel 1990 il Comune decise di conservare all’interno stesso della Villa un sarcofago, che avrebbe custodito al suo intero le spoglie dell’artista Guttuso, fu proprio da quel momento infatti che la villa si trasformò nel museo di Renato Guttuso.
Solo intorno al 2000 si decise di destinare i locali del piano terra a diversi laboratori teatrali e pittorici.
Gli edifici di Villa Cattolica sono aperti alle visite pubbliche tutti i giorni escluso il lunedì dalle 9,00 alle 13,30 e dalle 14,30 alle 19,00 per il periodo invernale; dalle 9,30 alle 14,00 e dalle 15,00 alle 19,30 per il periodo estivo.