San Cataldo

A 500 metri dal Bad and Breakfast Bagheria troviamo Villa San Cataldo, che dal 2013 è possibile visitare.
La costruzione risale alla metà del diciottesimo secolo, a opera dell’architetto palermitano G.B.Vaccarini. Si pensa che i committenti furono gli eredi di Don Vincenzo Galletti, principe di Fiumesalato e marchese di San Cataldo. La costruzione sorge su un terreno precedentemente adibito a baglio agricolo. Nel 1860 l’architetto Rutelli si occupò della ristrutturazione della villa trasformando gli elementi da stile barocco in stile neo gotico.
Nel 1905 la villa fu venduta da Eugenio Galletti, l’ex proprietario, alla Compagnia di Gesù, la quale la trasformò dapprima in noviziato e poi in seminario per le missioni estere.
Nel 1999 i Padri Gesuiti hanno ceduto la villa alla Provincia Regionale di Palermo, mantenendone una parte di proprietà nell’ala sud dell’edificio. La villa, edificata su due piani, con torrette angolari, presenta al suo fianco un vasto giardino visitabile.
Il Giardino della Villa è una terrazza naturale che si divide in più parti strutturali dette “flora grande” e “floretta”, che a loro volta si intersecano tra di loro e vengono ripartite in diversi viali e vialetti.
Il giardino è ricco di vasi, panchine, coltivazione di piante, ulivi e fiori di diversa specie.
La villa è aperta al pubblico da lunedì a venerdì dalle ore 8.30 alle 13.00, mercoledì e giovedì anche dalle ore 15.30 alle 18.00.